Standard

FCI Standard N° 173 / 30.03.2009

CANE DA SIERRA DI ESTRELA

(Cão da Serra da Estrela)

 

ORIGINE: Portogallo
DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:
04.11.2008
UTILIZZAZIONE: custode del bestiame, cane da guardia e da compagnia;
anche usato come cane da traino.

CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e
Schnauzer Molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione 2.2. Molossoidi. Tipo cane da
montagna
Senza prova di lavoro

BREVE CENNO STORICO Questo cane si stabilì nella regione della
Sierra di Estrela sin dai tempi remoti. La vera origine di questa razza si perde nella
notte dei tempi, ma può essere considerata una delle più antiche della penisola
Iberica. Si possono incontrare i Cani da Sierra di Estrela dai piedi dei monti fino
alle altitudini più elevate ( circa 2000 metri), soprattutto in estate quando,
scomparsa la neve, i verdi pascoli sono ricercati dal bestiame, in quanto il calore
eccessivo ha seccato l’erba delle pianure.
Il progressivo riconoscimento delle loro attitudini ha portato alla loro diffusione in
vaie parti del mondo fin dalla seconda metà del XX° secolo.

ASPETTO GENERALE Grande, cane molossoide tipo mastino. Vi
sono due varietà di pelo: lungo e corto. Rustico, solido, dall’andatura svelta e
un atteggiamento imponente. Il cane della Serra da Estrela ha uno sguardo
sveglio calmo ed espressivo; è ben proporzionato; ben costruito, con
un’armonia dell’insieme che rivela una purezza etnica di vecchia razza che ha
radici nel passato.

PROPORZIONI IMPORTANTI: Moderatamente lungo ( sub longilineo) con
tendenza al mediolineo. L’altezza del torace è inferiore alla metà dell’altezza al
garrese, il muso e il cranio dovrebbero avere la stessa lunghezza; altrimenti il cranio
dovrebbe essere leggermente più lungo.

COMPORTAMENTO-CARATTERE
Compagno inseparabile del pastore, il Cane da Sierra di Estrela è un guardiano
fedele del gregge che difende accanitamente contro predatori e i ladri di bestiame.
Ottimo custode di fattorie e di case, è diffidente verso gli estranei e tipicamente
docile verso il suo padrone.

TESTA forte, voluminosa, lunga e leggermente convessa, se vista di profilo.
Ben inserita e proporzionata al corpo, così come lo è il cranio rispetto
al muso; tutte parti in perfetta armonia. Pelle liscia sul cranio e le
guance.

REGIONE DEL CRANIO
Cranio: ben sviluppato, arrotondato, con assi superiori cranio-facciali
leggermente divergenti; di profilo convesso, arcate sopraccigliari
poco sviluppate con sutura metopica poco apparente; protuberanza
occipitale non prominente.
Stop: solo leggermente pronunciato, posizionato a una distanza pressappoco
uguale dall’estremità del tartufo e dalla sommità del cranio.

REGIONE DEL MUSO
Tartufo: diritto e sulla linea della canna nasale; narici ben aperte; grande e
nero.
Muso : lungo, si restringe verso l’estremità, senza essere appuntito; tende al
rettilineo, ma è molto leggermente convesso alla sua estremità.
Labbra ben sviluppate ma non spesse; le superiori si sovrappongono bene
alle inferiori ma non sono pendenti. Le mucose della bocca e del
palato, e i bordi delle labbra sono intensamente pigmentati di nero.
Mascelle/denti: bocca dal taglio netto con mascelle ben sviluppate; dentatura
completa con denti forti, bianchi, ben impiantati e strettamente
allineati, preferibilmente con chiusura a forbice; accettata la tenaglia.
Occhi: di media grandezza, tendenti alla piccola, di forma ovale, orizzontali,
di uguale grandezza e ben aperti, con espressione calma e sveglia;
preferibilmente di color ambra scuro. Palpebre ben aderenti con rime
nere. Sopracciglia poco apparenti..
Orecchi: inseriti ad altezza media; pendenti, portati cadenti all’indietro e
lateralmente, appoggiati ai lati della testa, con il bordo interno
visibile ( cosiddetto a rosa); sottili, triangolari, arrotondati in punta;
piccoli rispetto all’insieme del corpo.

COLLO corto, diritto, e spesso; esce bene, ed è ben inserito nelle spalle; con
una leggera giogaia, non esagerata.

CORPO
Linea superiore: diritta, quasi orizzontale.
Dorso: preferibilmente corto, ben muscoloso
Rene: corto, largo, molto muscoloso e ben unito alla groppa
Groppa: leggermente spiovente; corta, ampia e muscolosa. L’altezza alla
groppa dovrebbe essere uguale o leggermente superiore all’altezza al
garrese.
Torace ampio, profondo; ben cerchiato senza essere cilindrico; ben disceso
fino ai gomiti o leggermente al di sotto.
Linea inferiore e ventre: la linea inferiore dovrebbe risalire progressivamente
ma dolcemente dallo sterno all’inguine; addome non troppo ampio,
proporzionato alle dimensioni del soggetto e armoniosamente
connesso al corpo.

CODA inserita a media altezza; lunga, spessa; portata al di sotto dell’orizzontale, a
forma di scimitarra; disegna un uncino all’estremità. A riposo ricade
naturalmente tra i posteriori arrivando almeno alla punta del garretto;
quando il cane è in attenzione o in movimento si rialza al di sopra
della linea orizzontale curvandosi verso l’alto e l’avanti, verso il lato
o verso il basso, senza essere portata sopra la groppa. Dovrebbe
essere ben fornita di pelo, e frangiata nella varietà a pelo lungo.

ARTI
ANTERIORI in appiombo con ossatura ben sviluppata e articolazioni forti,
angoli di apertura media, con movimento facile.
Avambraccio: diritto, parallelo, lungo, con forte ossatura e quasi cilindrico
nella forma
Piedi anteriori: proporzionati, non troppo rotondi né troppo lunghi, tra il
piede di gatto e il piede di lepre ( non schiacciati); dita spesse, chiuse
con abbondante pelo tra le dita e i cuscinetti; unghie scure
preferibilmente nere, ben sviluppate; cuscinetti spessi e duri.
POSTERIORI in appiombo, ossatura forte con articolazioni forti, angoli
moderatamente aperti, con movimento facile.
Garretto: leggermente disceso: moderatamente aperto, non deviato in dentro né
in fuori
Metatarso: verticale, quasi cilindrico: possibile presenza di speroni semplici o
doppi.
Piedi posteriori: identici a quelli anteriori

ANDATURA normale e facile

MANTELLO
PELO forte, molto abbondante, leggermente grossolano, ma non
eccessivamente duro, e che richiama un il pelo di capra. Il sottopelo
è composto da peli fini, corti, abbondanti e aggrovigliati,
normalmente di colore più chiaro del mantello esterno.
Varietà a pelo lungo: liscio o leggermente ondulato mantello esterno,
e di lunghezza diversa nelle varie parti. È più corto e più denso sugli
arti, sotto i gomiti e garretti, come pure sulla testa; sugli orecchi
diventa gradatamente più corto partendo dalla base su fino alle
estremità, diventando più sottile e morbido. È più lungo sulla coda,
che è cespugliosa, spessa e frangiata, attorno al collo e gola e sulle
natiche, che sono abbondantemente frangiate, così come la faccia
posteriore degli avambracci.
Varietà a pelo corto: pelo corto, uniformemente distribuito sul corpo,
leggermente più corto sulla testa e arti, senza frange.
COLORE i seguenti colori sono accettati e considerati tipici:
 Unicolore: giallo, fulvo e grigio in tutte le gamme di intensità
di colore
 Grigio lupo: fulvo, toni gialli e grigi, comunemente in tonalità
più chiare e più scure.
 Tigrato: colori di base fulvo, giallo e grigio con striature
nerastre. Nell’area cranio-muso è tipica una maschera scura.
Macchie bianche sono ammesse solo alle estremità dei piedi
anteriori e posteriori e una piccola estensione nella regione più
bassa del collo e torace.

TAGLIA
Altezza al garrese:
Maschi . 65 a 73 cm
Femmine . 62 a 69 cm
Tolleranza: +2
Peso Maschi 45 – 60 Kg
Femmine 35 – 45 Kg

DIFETTI qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come
difetto che sarà penalizzato a seconda della sua gravità e degli effetti
sulla salute e il benessere del cane.
 Aspetto generale: cattivo aspetto generale, magrezza o obesità
 Altezza: fuori dai limiti stabiliti dallo standard, ma entro i 2 cm. di
tolleranza al limite superiore.
 Testa: stretta, lunga e appuntita.
 Occhi : chiari
 Orecchi : impiantati non correttamente, troppo lunghi, spessi o tondi.
Pendenti completamente piatti.
 Coda : portata sul dorso. Assenza di uncino
 Colore : assenza di maschera scura
DIFETTI GRAVI
 Comportamento: soggetto che mostra squilibrio nervoso con segni di
timidezza.
 Tartufo : narici di colore pallido, tartufo parzialmente depigmentato
 Orecchi : tagliati
 Coda : tagliata o rudimentale
 Mantello : pelo in qualche modo diverso da quello prescritto
 Altezza : Maschi sotto 65 cm o sopra 75 cm
Femmine sotto 62 cm o sopra 71 cm

DIFETTI ELIMINATORI
 Comportamento: aggressivo o esageratamente timido
 Tipo : atipico
 Testa: molto stretta, molto lunga e molto appuntita, mancante
completamente della tipicità del molossoide
 Mascelle: enognatismo o prognatismo
 Occhi: occhio gazzuolo o di diversa dimensione.
 Coda: anurismo
 Mantello: pelo completamente atipico
 Colore: qualsiasi colore che non sia menzionato nello standard.
Albinismo
Qualsiasi cane che mostri chiaramente anormalità d’ordine fisico o
comportamentale sarà squalificato.
N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente
discesi nello scroto